Società M.S. Reduci Garibaldini
"GIUSEPPE GARIBALDI"
ENTE MORALE R.D. 28 FEBBRAIO 1899

 Franco Tamassia - Mara Minasi: L'Inno di Garibaldi e il suo messaggio agli italiani di oggi

Mercoledì 29 maggio 2019, il Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina dedica a questo argomento una conferenza, a cura dell’Istituto Internazionale di Studi “Giuseppe Garibaldi”, tenuta dal Prof. Franco Tamassia, dal titolo L’Inno di Garibaldi e il suo messaggio agli italiani di oggi, alle ore 17.30.
L’iniziativa è promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali,
Presenzia e introduce Mara Minasi, responsabile del Museo.

L’Inno di Garibaldi, composto da Luigi Mercantini e musicato da Alessio Olivieri, costituisce, insieme all’Inno di Mameli e alla Leggenda del Piave, uno dei tre Inni che fecero l’Italia. La trilogia innologica si svolge, infatti, in una sequenza storica continua lungo la quale i tre momenti fondamentali della ricostruzione della coscienza nazionale e dello Stato Italiano nell’epoca contemporanea vengono scolpiti in versi forti, limpidi e ricchi di contenuti: il ridestarsi della coscienza di un Popolo, il realizzarsi della Nazione, il primo e vittorioso confronto della Nazione nella Guerra delle Nazioni.
Dopo il commento all’Inno di Mameli - già svolto in questo Museo nel 2016 - nel quale si pongono i valori fondanti dell’unità e dell’indipendenza, ora si passa al commento dell’Inno di Garibaldi nel quale si ricordano perché ed a quale costo umano si sono raggiunte l’unità e l’indipendenza.
L’Inno di Garibaldi svolge una serie di messaggi politici per ricordare agli Italiani non solo il prezzo eroico dei valori realizzati ma anche il costo del loro mantenimento e della loro operatività. I messaggi sono attuali e toccano temi di drammatica delicatezza nell’attuale dialettica politica in Italia: difesa dei
confini esterni e abbattimento delle barriere interne, moralizzazione della vita politica interna e trasformazione dell’Italia che non deve essere più soltanto il giardino d’Europa ma anche una potenza economica. L’invito è rivolto a tutti coloro che sanno trarre da questi ammonimenti l’occasione per una
meditazione sul presente e per un collettivo esame di coscienza.
Franco Tamassia, già dirigente del Ministero della Pubblica Istruzione, professore di Diritto Pubblico in quiescenza, e Presidente dell’Istituto Internazionale di Studi “Giuseppe Garibaldi”, ha collegato i suoi interessi professionali di giurista con lo studio dei problemi istituzionali della Nuova Italia connessi a quelli che attualmente
impegnano le trasformazioni dell’ordinamento costituzionale italiano.